OPERE
  MOSTRE
BIOGRAFIA
  CURRICULUM
  TEMATICHE
  CONTATTI
   
     
 

EMOZIONALITA' CONCRETE

Il viaggio comincia all'interno dell'essere più profondo dell'artista, un momento d'esplorazione dell' emozionalità più intima, visualizzata nella purezza dei contrasti dei colori puri, resa autentica e reale nella combinazione con materiali tratti dal territorio vesuviano d'origine.

Si attua un percorso emotivo all'interno di una spazialità infinita, non scandita dal Tempo, fluttua, trasformandosi e ridentificandosi in tre dei quattro elementi che regolano l'Universo :

ARIA - ACQUA - FUOCO, con i quali l'UOMO interagisce costituendo la congiunzione al quarto elemento : TERRA, dove l'intangibilità emozionale trova la sua identificazione materica come fosse magma.

La concettualità di tali visioni pittoriche si estrinseca nelle "SOLIDIFICAZIONI".

Filamenti materici ( sabbie - polveri di ferro - polveri di marmo - cristalli di sale - colle ), secrezioni magmatiche prendono possesso dello spazio, si espandono in modo nodoso e rigidamente cercano di plasmarsi nonostante l'immediato contatto atmosferico limiti le loro sinuosità.

Un fermo immagine di atti che in natura si susseguono nel controsenso della rapida-lentezza delle solidificazioni laviche attraverso mezzi, come la pittura e la scultura, che interagiscono tra loro come mutazione fisica di fenomenologie naturali.


INFINITO INFINITESIMO

Arte o scienza, invenzione o realtà.
La scienza ci dice che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma.

L'uomo ha la presunzione di creare ma in realtà non fa altro che trasformare ciò che lo circonda.

Tutto è stato già creato.

Ciò che l'artista ha nelle sue mani è un creato ricco di suggestioni.
La pittura, che ricerca suggestioni aeree indagatrici di un'infinità cosmica, non crea visioni e immaginari inediti e incredibilmente geniali, cerca solo di comprendere meglio e di avvicinarsi alla immensa divinità del creato cercando di intuire la meravigliosa natura di se stesso.
Noi siamo l'infinitesimo, lo spazio attorno a noi in proiezione cosmica è un'astrazione difficile da elaborare per le nostre coscienze.

I telescopi moderni guidano i nostri occhi alla visione dell'opera d'arte più bella, il capolavoro che non potrà mai essere eguagliato: l'Universo.

Lo spazio nell'Universo, dimensioni infinite in cui la materia può espandersi... dall'infinitamente piccolo della materia oscura, all'infinitamente grande degli ammassi stellari.

La comprensione dell'uomo si affanna alla ricerca di un'interpretazione della visione complessa dello spazio cercandone una rappresentazione bidimensionale, nell'attimo di congelamento di realtà relativa.